Gruppo Samed

Chirurgia Oncologica Generale

Categoria: Unità Operative

Dal 1 ottobre 2016 si è attivata una nuova equipe chirurgica per la gestione dell’U.O. di Chirurgia Generale Oncologica, diretta dal Prof. Giorgio Giannone, Direttore del Dipartimento di Chirurgia, coadiuvato dal Dott. Gaspare Foresta e da un nucleo di giovani e selezionati chirurghi.

La valenza chirurgica del prof. Giannone è a tutti nota avendo egli ottenuto riconoscimenti unanimi, a livello regionale e nazionale, per i risultati conseguiti in ambito chirurgico-oncologico.

L’esperienza fin qui maturata dal Prof. Giannone ha permesso quindi di configurare l’assetto organizzativo della U.O. di Chirurgia Generale-Oncologica secondo i più moderni ed accreditati parametri:

  • Multidisciplinarità: l’attuale equipe, nelle precedenti esperienze, è stata consapevole, già dal 1999, dell’esigenza di trattare determinate patologie in stretta collaborazione con altri specialisti. In questo periodo, tra i primi in Italia, è stato intrapreso uno Studio per il Trattamento Multimodale del Carcinoma Rettale. Nel 2004 il dott. Foresta, su indicazione del Prof. Giannone, ha cominciato a coordinare un “Gruppo di Studio Interdisciplinare sulle Patologie Colo-Rettali”, con coinvolgimento di diverse figure professionali quali: chirurghi, oncologi medici, radioterapisti, radiologi, anatomo-patologi, gastroenterologi-endoscopisti, enterostomisti. La necessità di un trattamento multisciplinare si è gradualmente estesa ad un rilevante numero di patologie. L’expertice fin qui maturata permette quindi di offrire le soluzioni chirurgiche più moderne ed all’avanguardia, analizzando ogni singolo caso in modo da proporre, per ogni singolo paziente, il trattamento più adatto;
  • Mini invasività (Trattamento laparoscopico): numerose ed importanti patologie in ambito addominale, urologico, ginecologico, endocrinologico sono trattate avvalendosi delle più moderne tecniche mininvasive già presenti nel bagaglio tecnico dell’equipe chirurgica;
  • Evidence-based Medicine (EBM) e Linee Guida: sono adottate nei vari aspetti diagnostico-assistenziali a garanzia di una ottimale gestione del paziente;
  • Implementazione di Percorsi Diagnostico-Terapeutici Assistenziali (PDTA): per alcune patologie, quali i tumori colo-rettali, è già stato stilato un PDTA; altri Percorsi, riferiti alle patologie più frequentemente rappresentate, sono in fase di compilazione;
  • Adozione di Protocolli ERAS: i Protocolli ERAS (Enhanced Recovery After Surgery) hanno come scopo di perseguire, dopo l'intervento, un recupero ottimale ed un celere e sicuro ritorno alle attività di ogni giorno; 
  • Aggiornamento Professionale: meeting settimanale (mercoledi ore 15-17), accreditato ECM, multidisciplinare, aperto all’esterno, con presentazione di casi clinici, letteratura medica, video di tecnica chirurgica, nuovi protocolli di trattamento …
  • Follow-up: è assicurata, ai pazienti oncologici dimessi, la possibilità di essere seguiti per il previsto periodo di controllo anche in modalità multidisciplinare, se ritenuto necessario.

Le principali patologie trattate da parte della U.O. di Chirurgia Generale-Oncologica comprendono:

  • Neoplasie dell’apparato digerente (esofago, stomaco, intestino tenue, colon, retto ed ano): la numerosità della casistica personale fin qui accumulata ha suggerito l’opportunità di dedicare in modo prioritario l’attività chirurgica del dott. Foresta al trattamento delle neoplasie colo-rettali, sia con tecnica laparoscopica che tradizionale;
  • Neoplasie epato-biliari - tumori primitivi e metastatici del fegato, neoplasie della colecisti e dell’epato-coledoco (epatectomie estese e segmentarie, wedge resection)
  • Trattamento dell’ittero (exeresi vie biliari, derivazione bilio-digestiva)
  • Neoplasie della milza (splenectomia in laparoscopia o tecnica tradizionale);
  • Neoplasie apparato endocrino (asportazione surrene in laparoscopia, resezione del pancreas – duodenocefalopancreasectomia, resezione corpo-coda in laparoscopia, resezione distale pancreaticosplenica);
  • Neoplasie apparato uro-genitale (nefrectomia parziale o totale in laparoscopia, orchiectomia con linfadenectomia estesa);
  • Neoplasie retroperitoneali e tessuti molli (asportazione liposarcomi, neurinomi…)

© 2012 Gruppo Samed, Developed by Pyxis Open Solutions s.r.l. - Graphics by kekoarena